Io sono consigliere e sono strafelice di aver fatto questa scelta di

Acondroplasia Insieme per crescere Onlus-ETS

e associato ad LPA Little People America associazione

Persone piccole di statura in America.

La più antica e grande organizzazione di sostegno al nanismo del mondo e un’organizzazione internazionale basata sui membri per le persone con nanismo e le loro famiglie, sostiene l’abolizione dell’uso della parola “nano”.

La parola “nano” non è mai stata coniata come termine ufficiale per identificare le persone con nanismo, ma è stata creata come etichetta usata per riferirsi a persone di bassa statura che erano in pubblico per curiosità e sport.

La parola “nano “è considerato da Little People of America un termine gergale antiquato ed è spesso usato in modo dispregiativo nei confronti di una persona più bassa della media, o in particolare, una persona con una displasia scheletrica diagnosticabile o una condizione medica. La parola “nano” ha è stato talvolta usato per riferirsi a persone di bassa statura, ma ora è considerato un insulto dalla maggior parte dei membri della nostra comunità. Molti ritengono che il termine disumanizzi e oggettivizzi le persone con nanismo.

Anche Tiziano Ferro nel suo monologo.

“Le parole hanno un peso” lo dice Le parole hanno un peso ma non lo ricordiamo. Ed è questo che si nasconde dietro ai messaggi di bullismo. Le parole hanno un peso ma ribadisco la pericolosità ed è necessario esserne consapevoli quando le si scaglia contro l’animo di un adolescente troppo fragile per poter decidere o scegliere. Le parole hanno un peso: grasso, p*****a, nano, disadattato, f****o, criminale, n***o, vecchia, terrone, raccomandato, pezzente, ritardato, t***a, fallito, anoressica, cornuto, handicappato, frigida, inferiore, mongoloide, le parole hanno un peso nella vita e sugli schermi. E per carità smettiamola di difenderci tirando in ballo l’ironia e il sarcasmo, quelle sono arti delle quali bisogna imparare il mestiere, non confondiamo le acque e i livelli.

È io come Leonardo Cardo che scrive sul blog:

“Il mio mondo dal basso verso l’alto”

Sono affetto oppure ho una malattia rara, che si chiama Acondroplasia l’effetto oppure i sintomi sono di essere “nano”, ma è un sintomo non una qualità.

IO SONO UN UOMO CHE SI CHIAMA CARDO LEONARDO E NON-SONO O MEGLIO E NON MI CONSIDERO “UN OPERA D’ARTE”

SONO UN OPERA DI DIO, E CON LA MIA VOLONTA’, E IL MIO MODO DI ESSERE SONO ALL’ALTEZZA COME TUTTI GLI ALTRI.

Comunque ribadisco il concetto per le persone i bambin* le famiglie che mi conoscono e mi sono amiche, la parola amicizia non vuol dire conoscenza, ma essere -io più NOI, sarò sempre ZIO LEO.

Non si fa cultura scrivendo, ma vivendo tra la gente.

Lo diceva anche

Essere, o non essere, questo è il dilemma:

se sia più nobile nella mente soffrire

colpi di fionda e dardi d’oltraggiosa fortuna

o prender armi contro un mare d’affanni

e, opponendosi, por loro fine?

dell’Amleto di William Shakespeare.

IO SONO UN UOMO E VIVO LE MIE GIOIE E ANGOSCIE TUTTI I GIORNI,COME TUTTE LE PERSONE DI QUESTO MONDO.

dal mio blog

grazie Nadia PivatoACONDROPLASIA-INSIEME PER CRESCERE (Il gruppo)Agnese CaonRiccardo Taverna che mi ha insegnato a vivere la diversità in questo mondo rendendola abilità, Digital Bench mi ha insegnato a parlare al mondo di inclusione, grazie Ugualmente Artisti che mi hanno fatto capire cosa è l’inclusione, grazie a Bionic People che mi hanno insegnato la rinascita, grazie a Festival delle Abilità ogni uno di noi a una propria Abilità grazie Fondazione Aquilone Onlus mi hanno insegnato a vivere e amare i piu deboli, Grazie a Fondazione Libellula mi hanno insegnato il valore delle donne @grazie AGedO Nazionale mi hanno insegnato il valore dell’amore aprirsi al mondo inVisibili e ” Fondazione Mantovani Castorina Onlus da tutte queste associazioni ho capito una cosa fondamentale “UMANITA’, un no profit Adaptive Fashion Italy ambassador fondatore che desidera l’uguaglianza e l’adattabilità e la sfilata normodotati e non normodotati insieme con la stessa voglia di vestire e di esibirsi senza essere giudicati,

un caro saluto a tutti e da tutti voi che ho imparato ad essere all’altezza di risolvere i problemi piu grandi di me.

Per GLI AMICI ZIO LEO per gli altri CARDO LEONARDO ❤

Condividi

Commenti: 0

Attivo

Scrivi un commento…

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...